Video

Loading...

mercoledì 22 marzo 2017

CHI DEI DUE MENTE ,LO BIUNDO O AIELLO?






Li ho ascoltati oggi rilasciare ad emittenti private dichiarazioni relative all’ultimo affaire di questa maggioranza (12 consiglieri comunali che hanno approvato la delibera e 6 assessori ed un sindaco che l’avevano voluta già da tempo), quello della privatizzazione del servizio di illuminazione pubblica .Le riporto ( ovviamente in sintesi) affidandole alla riflessione dei lettori. 
LO BIUNDO sindaco a T.O :”Io non ho fatto altro che assecondare la volontà dell’opposizione (ovviamente senza fare alcuna distinzione all’interno di questi gruppi n.d.r.) che da tre anni mi chiede di privatizzare il servizio . Questa volontà l’hanno manifestato nella terza Commissione consiliare. Il servizio ci costa ogni anno 1 milione e 300 mila euro. Noi lo mandiamo in gara per 1 milione e dunque risparmiamo ogni anno 300 mila euro “. 

AIELLO Presidente del Consiglio comunale a il microfono è tuo, solo tuo :”Questo servizio costa al Comune 960 mila euro l’anno. Le imprese interessate faranno delle offerte per cui anche se presentano ribassi del 10% il Comune risparmierà in un anno 96 mila euro”.
Dunque Lo Biundo ci fa risparmiare 300 mila euro ed Aiello soltanto 96 mila. Chi , dei due, dice il FALSO ?In attesa che ci sia una terza versione da parte di Pantaleo o Provenzano che come è noto sono i piu’ fedeli ventriloqui di Lo Biundo ,riteniamo utile porre questo semplice interrogativo: c’è qualcuno che ci spiega come un servizio in perdita per il Comune diventa vantaggioso per il privato?Per me c’è qualcosa che non quadra .Su cosa lucrerà il privato? Sui lavoratori , sui materiali, sulla rapidità ed efficienza del servizio ?E noi contribuenti cosa ci guadagniamo visto che ,comunque ,pagheremo almeno 1 milione di euro l’anno? Ma se il Comune dispone di uomini e mezzi(il sindaco Cannizzo assunse alcune maestranze specializzate proprio per la manutenzione degli impianti e che sono ancora li’ )e i nostri uomini ( almeno per fortuna per loro) restano negli organici comunali ,perché smantellare tutto e affidarlo ai privati? In tutta questa vicenda io sento puzza di bruciato per cui bene hanno fatto i consiglieri comunali che hanno detto no a questo ulteriore atto sconsiderato, dichiarare che invieranno i documenti della vicenda all’anticorruzione . Ma , mi chiedo : c’è ancora un giudice a Berlino?
P.S.Leggo sul giornale “Terrasini Oggi” che i consiglieri di opposizione alla Giunta di quel Comune hanno sollevato la questione del pagamento degli spazi in piazza Duomo per la collocazione di gazebo da parte degli esercenti li’ collocati. E’ intervenuta , sulla vicenda,rapidamente non solo la Soprintendenza ma i Carabinieri. Terrasini cos’è ,un’altra Repubblica?


2 commenti:

lettroe attento ai titoli del professore ha detto...

chi dei due demente? bel titolo ad effetto

sala rossa ha detto...

ahhhhh!!