Video

Loading...

venerdì 3 febbraio 2017

IL LIBRO DI ENRICO SOMMA SULLA BERTOLINO







 Avrei partecipato con piacere alla presentazione del libro di Enrico Somma(al quale esprimiamo il cordoglio per la perdita della sorella Giovanna) che ha avuto luogo sabato scorso a Pazzo dei Carmelitani nell'ambito di una iniziativa del locale Movimento 5 stelle sulla ulteriore vicenda che interessa l'industriale Bertolino e lo storico connubio, ancora oggi piu' saldo che mai , tra affari e politica.Impegni familiari non me lo hanno consentito.ora, a parte qualche inesattezza o dimenticanza come ad esempio il non riferimento al ruolo del "Comitato Popolare per la lotta all'inquinamento idrico,atmosferico della costa S. Cataldo-Ciammarita e del Partinicese" pensato all'interno della scuola media Archimede ( di cui ero vice Preside) insieme a Nino Amato,Enzo Tamburello,Alberto Lo Iacono,Gino Scasso,Enzo Campo,Gaspare Orlando ed altri compagni del PCI e poi concretizzatosi il 2 agosto nell'assemblea al Pam-Pam della Ciammarita durante la battaglia dell'estate del 1984 contro il ruolo nefasto della distilleria,sarei intervenuto per dire alcune cose :1)che il libro di Enrico é un rigoroso e documentato atto di accusa che ha messo a nudo un intreccio di interessi trasformatosi in SISTEMA di potere e che vigeva nel nostro territorio; 2) che il centro del sistema ruotava attorno a economia d'assalto ,politica interessata,addomesticata e connivente , mafia, pezzi di magistratura con relativi interessi soggetti complementari.Dunque, un mix che aveva l'evidente scopo di proteggere la distilleria dalle interferenze di un pezzo di società partinicese che si era dato uno strumento di lotta popolare, il Comitato, e non certamente incline a compromessi, accomodamenti,sconce condivisioni, paura di ricatti, timori. Il 7 agosto del 1984 il segretario della Pretura di Partinico riceveva da Nino Amato, Toti Costanzo,Enzo Campo ed Enzo Tamburello un "fascicolo composto da n.48 pagine relativo alla raccolta delle firme" che rappresentavano la volontà di migliaia di cittadini di riappropriarsi dell'acqua, dell'aria, del mare mentre il precedente 2 agosto nell’assemblea del Pam-Pam veniva anche proiettato un documento filmato “clandestinamente” per denunciare il ruolo della distilleria a danno dell’ambiente e della salute.Il 5 settembre un Convegno con la scuola di Partinico dentro l’aula consiliare..Nelle foto :un volantino-denuncia del PCI di Partinico;un articolo del giornale L’ORA del 29 agosto 1984;il racconto della vicenda dell’estate del 1984;la costituzione del Comitato antinquinamento
Toti Costanzo

Nessun commento: